Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

Se non si sente più il cinguettio degli uccelli

Il cinguettio degli uccelli è caratteristico del risveglio della primavera. Sono toni acuti, come per esempio anche le voci dei bambini o quelle femminili. Se una persona non riesce più a percepire i toni acuti, potrebbe soffrire di un'ipoacusia alle alte frequenze.
Sentiamo suoni che per volume e altezza stanno agli antipodi. Lo spettro uditivo di un giovane copre un range compreso tra 20 Hertz per i toni bassi e 20.000 Hertz per quelli alti: un intervallo enorme. Lo stesso dicasi per la percezione di volumi alti
e bassi. Per riuscire a fare questo, il nostro orecchio è strutturato in modo molto complesso, considerato poi che sono gli elementi meno appariscenti quelli che svolgono le funzioni più complesse. Nell'orecchio interno, nella coclea, ci sono quattro file di cellule sensoriali, chiamate anche ciglia, che convertono il suono in impulsi elettrici in modo che possano essere elaborate dal cervello. Queste piccole ciglia sono molto potenti ma anche estremamente sensibili.

Insostituibili
Rumori molto forti o di lunga durata possono danneggiare le delicate ciglia e persino distruggerle. Anche il naturale processo di invecchiamento causa la diminuzione delle cellule ciliate che purtroppo non si rigenerano. Le prime a esserne colpite sono le cellule che si trovano all’ingresso dell’orecchio interno, sulle quali scorrono tutte le onde sonore. Sono deputate alla percezione dei toni alti e quindi alla comprensione chiara e distinta del parlato. Le persone colpite dal problema possono allora non sentire più i suoni ad alta frequenza, come ad esempio le voci femminili e dei bambini, e non riuscire più a capire bene il parlato.

Gli apparecchi acustici aiutano
Dovremmo pertanto avere cura delle nostre piccole ciglie nelle orecchie. Ma se le perdiamo c’è un’unica consolazione: i moderni apparecchi acustici non possono ripristinare la capacità uditiva naturale, ma possono di certo essere regolati con precisione in base alla perdita d’udito individuale, rendendo così nuovamente udibili toni alti e bassi e facendo comprendere meglio il parlato, per permettere a chi li porta di tornare a sentire bene in ogni contesto uditivo e partecipare attivamente alle
conversazioni.
 
Siamo qui per te!
Se hai l'impressione di non capire bene, fai controllare il tuo udito!
 
Zelger vicino a te
 
 
 
 
 
Share on:
 
 
 

Possono interessarti anche:

 

Siamo qui per Lei!

I nostri Zelger Center e recapiti Zelger sono aperti nel consueto orario di apertura! Avrà da noi un'esperienza serena e ...
 
 
 

Sentire [R]

Sentire è ora più comodo che mai. I nuovi apparecchi acustici ti stupiranno per il suono naturale e riscoprirai il piacere ...
 
 
 
Vai alla lista