Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

Quando i peluche fanno baccano

Animali di peluche che strillano, auto della polizia che producono suoni col motore e le sirene, fischietti o pistole giocattolo: spesso, ciò che i bambini mettono in cima alla loro lista dei desideri in tema di giocattoli non fa bene alle loro delicate orecchie.
Alcuni giocattoli producono suoni a un volume che molti adulti percepiscono come elevato ma comunque innocuo, poiché non lo ascoltano a lungo intenzionalmente e da vicino. Ma i bambini spesso usano il giocattolo per delle ore e anche vicino alle orecchie, perché le loro braccia sono corte. La sollecitazione che le lunghe ore di gioco producono sul loro udito è determinante, poiché l’ipoacusia causata dall’esposizione al rumore nasce per effetto cumulativo, a seguito della lunga o ripetuta esposizione del bambino alla fonte del rumore.

Soprattutto i giocattoli che producono un rumore a impulsi, ad esempio un botto o un fischio, possono danneggiare l’organo uditivo dei piccoli, come frequentemente dimostrato da test effettuati. Ad esempio, esperti austriaci per la tutela dei consumatori hanno misurato per svariati giocattoli, a 50 cm di distanza dalla fonte di rumore, un livello acustico superiore a 60 Decibel, e molti prodotti con valori compresi tra 70 e 90 dB rappresentavano potenziali fonti di rumore nocive per l’udito. Nell’ambito di uno studio americano, per più di 90 giocattoli testati sono stati registrati rumori a 85 dB.

Proteggere le orecchie dei bambini
Tutti i giocattoli venduti nell’Unione Europea devono soddisfare gli standard di sicurezza della norma europea EN 71, tra i quali rientra anche il rispetto di un certo livello di pressione acustica di picco. In caso di giocattoli che si portano vicini all’orecchio, a una distanza minima di 2,5 cm, la sollecitazione costante non deve superare gli 80 decibel. Non sempre risulta però chiaro se si tratta di un giocattolo usato vicino all’orecchio, tanto più che proprio i bambini piccoli spesso utilizzano per ore il loro giocattolo in modi che non necessariamente sono quelli previsti dal produttore. Perciò la responsabilità della protezione delle orecchie dei bambini è in definitiva in capo a genitori o educatori.

Poiché questa responsabilità inizia già al momento dell’acquisto, ecco alcuni consigli per la scelta di giocattoli che producono rumore:

• Verificare tipo e volume di rumore: adatto a un uso protratto?

• Portare il giocattolo che produce rumore o musica direttamente all’orecchio: se si percepisce un volume che ci sembra troppo alto, meglio non acquistarlo.

• Meglio rinunciare subito a comprare giocattoli particolarmente rumorosi, che producono rumori a impulsi, ad esempio i giocattoli di latta che con una linguetta fanno clic-clac, le trombette, i fischietti e le pistole giocattolo.

• Prestare attenzione nel caso magari il giocattolo sia adatto solo a un utilizzo all’aperto.

• Verificare la presenza di sigilli di qualità e prendere sul serio eventuali avvertenze (es. “tenere lontano dalle orecchie”).
 
Test gratuito dell'udito
Hai dei dubbi sulla capacità uditiva del tuo bambino? Vieni da noi a fare un controllo!
 
Zelger Center e recapiti
 
 
 
 
 
Share on:
 
 
 

Possono interessarti anche:

 

Siamo qui per Lei!

I nostri Zelger Center e recapiti Zelger sono aperti nel consueto orario di apertura! Avrà da noi un'esperienza serena e ...
 
 
 

Sentire [R]

Sentire è ora più comodo che mai. I nuovi apparecchi acustici ti stupiranno per il suono naturale e riscoprirai il piacere ...
 
 
 
Vai alla lista