Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

“Mi godo nuovamente ogni giornata”

Rosario ha 78 anni e non rinuncia al lavoro in campagna dove va ogni giorno. Ritiene che sia importante non trovarsi in difficoltà e saper reagire in tutte le circostanze della vita. I suoi apparecchi acustici gli servono “più del pane quotidiano”. Dopo 20 anni di esperienze con gli apparecchi acustici, con Zelger esperti dell’udito ha trovato finalmente un’assistenza che lo soddisfa completamente.
Quando e come si è manifestata la Sua perdita di udito?
Rosario: Facevo il muratore e ai miei tempi non si usavano le protezioni per le orecchie. Così ero esposto continuamente a forti rumori, come quello del martello pneumatico, e purtroppo il mio udito ne ha risentito.

C’è stato un motivo particolare per il quale ha deciso di avvalersi degli apparecchi acustici?
Rosario: Un giorno sono andato all’ospedale per una visita medica e mia figlia mi ha accompagnato. Quando la dottoressa mi parlava, io non capivo nulla e mia figlia doveva rispondere per me. Mi sono vergognato così tanto che dopo la visita ho detto a mia figlia che sarei andato a comprarmi degli apparecchi acustici, e così è stato.

Come si trova con gli apparecchi acustici?
Rosario: Con i miei primi apparecchi, acquistati in un altro negozio, non mi trovavo bene. Mi davano fastidio i rumori forti quando andavo in campagna, anche la mia voce mi disturbava e sentivo i suoni distorti. Per questo motivo non portavo gli apparecchi quasi mai. Poi mi sono rivolto a Zelger e sono rimasto veramente soddisfatto. Mi hanno lasciato tutto il tempo necessario per abituarmi e, con tanta pazienza, hanno regolato gli apparecchi in modo che fossero adeguati per me. Appena mi alzo, me li metto subito e non li tolgo più fino a sera! Quando vado in campagna mi porto sempre delle batterie di scorta nel taschino, per non rimanere neanche un attimo senza udito.

Qual è stata la Sua esperienza più bella con gli apparecchi?
Rosario: Ogni giorno è una soddisfazione con gli apparecchi. Se per caso un giorno mi mancano, sono in difficoltà. Non posso più farne a meno, mi servono più del pane quotidiano! I miei nipoti non mi chiedono più “Nonno, perché non rispondi?”. Ora so rispondere in qualsiasi situazione, senza dovermi far ripetere le parole e seguo anche la TV senza nessuna difficoltà.

Quali consigli può dare alle persone che soffrono di ipoacusia?
Rosario: Spesso si sente dire che gli apparecchi acustici sono cari, ma questi sono i soldi meglio spesi. Non sentire significa perdere i rapporti sociali: piuttosto che dover parlare con le altre persone si fa a meno di incontrarle. Con gli apparecchi invece si torna a godersi ogni giornata. Trovare poi per l’assistenza persone disposte ad ascoltare e consigliare con la dovuta calma, non ha prezzo. Ho consigliato Zelger ai miei amici con problemi d’udito e qualcuno mi ha anche ringraziato per quest’opportunità che abbiamo potuto cogliere.
 
Prova i nuovi apparecchi!
Vieni da noi e prova gratuitamente la nuova tecnologia!
 
Zelger Center e recapiti
 
 
 
 
 
Share on:
 
 
 

Possono interessarti anche:

 

Siamo qui per Lei!

I nostri Zelger Center e recapiti Zelger sono aperti nel consueto orario di apertura! Avrà da noi un'esperienza serena e ...
 
 
 

Sentire [R]

Sentire è ora più comodo che mai. I nuovi apparecchi acustici ti stupiranno per il suono naturale e riscoprirai il piacere ...
 
 
 
Vai alla lista