Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

“Con gli apparecchi non percepisco più l’acufene!”

I problemi uditivi di Raffaella le hanno reso molto difficile continuare la sua attività lavorativa. Da quando ha deciso di avvalersi degli apparecchi acustici, la sua vita è cambiata completamente in positivo, come ci racconta nell’intervista.
Raffaella, Lei porta gli apparecchi acustici da due anni. Come si trova?

Raffaella: Mi trovo benissimo con i miei apparecchi! Prenderli è una delle scelte migliori che avessi potuto fare. Le mie difficoltà uditive sono pressoché sparite.

Quando e come si è manifestata la Sua perdita di udito?
Circa cinque anni fa mi sono accorta che gradualmente avevo difficoltà a sentire e soprattutto a capire le parole. Facevo sempre più fatica a seguire le conversazioni che avvenivano nell’ambiente lavorativo e a seguire i dialoghi ascoltando la TV quando ero a casa. Poco più tardi è anche insorto un problema di acufene continuo all’orecchio destro.

Quale è stato alla fine il motivo per il quale ha deciso di avvalersi di apparecchi acustici?
L’acufene cominciava ad essere insopportabile, le difficoltà al lavoro si rilevavano sempre maggiori. Il medico dell’ambulatorio di otorinolaringoiatria dove lavoro mi ha consigliato di rivolgermi ad un audioprotesista.

In quali ambiti in particolare la Sua vita è cambiata grazie agli apparecchi?
Sento dei forti miglioramenti soprattutto nell’ambito lavorativo dove ero veramente in difficoltà ma anche a livello personale. Quando porto gli apparecchi, non percepisco più l’acufene, mentre quando gli tolgo, torno gradualmente a sentirlo.

Qual è stata la Sua esperienza più bella con gli apparecchi?
Una delle esperienze più belle che ho avuto indossando per la prima volta gli apparecchi acustici è risentire il canto del grillo, un suono che non avevo avvertito per tanto tempo. E’ stata una sensazione unica! Ho provato tanta gioia anche nel risentire i suoni quotidiani che mi circondano a casa. Era come riattivare la mia memoria uditiva.

Quali consigli può dare ad altre persone che esitano a portare gli apparecchi?
A chi ha problemi di udito ed è alla sua prima esperienza con gli apparecchi acustici, consiglio di cercare di portare gli apparecchi più tempo possibile per potersi abituare. Soprattutto all’inizio, a volte, gli apparecchi possono provocare una sensazione di fastidio, ma con il passare del tempo prevalgono sempre i benefici e gli apparecchi sono un grande aiuto. Basta avere un po’ di pazienza.

Cosa pensa dell’aiuto fornitoLe dall’audioprotesista?
Da Zelger ho trovato degli esperti competenti e molto professionali, che hanno sempre saputo pazientemente consigliarmi per il meglio.
 
 
 
 
Se anche tu vuoi sentire di nuovo bene, contattaci!
 
Torna all'elenco