Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

Attenzione alle orecchie dei piccoli in vacanza

Una vacanza al mare, una giornata in piscina o sul lago regalano piacevoli momenti rinfrescanti durante il periodo caldo. A divertirsi sono soprattutto i più piccoli, ma attenzione al mal d’orecchie. Bastano alcune semplici precauzioni per poter sfruttare a pieno il divertimento.
Con le tante giornate passate al mare o in piscina, nei mesi estivi è molto frequente la cosiddetta otite del nuotatore: un’infiammazione dell’epitelio del condotto uditivo esterno. Il prolungato contatto con l’acqua può determinare una macerazione della cute del condotto uditivo esterno e diventare terreno fertile per la proliferazione di agenti batterici o di tossine liberate dai microrganismi presenti nell’acqua del mare, del lago e delle piscine.

Soprattutto i bambini dopo il bagnetto lamentano spesso una sensazione sgradevole o un fastidioso prurito alle orecchie. La secrezione giallastra o il dolore possono essere dei chiari segnali di un'infiammazione del condotto uditivo. In questi casi è indispensabile recarsi dal medico specialista, l’otorinolaringoiatra, soprattutto se il dolore si fa più vivo oppure se subentra una diminuzione dell’udito.

Ecco alcuni suggerimenti per evitare le infiammazioni e il dolore alle orecchie dei piccoli:

  • tenere la testa dei neonati fuori dall'acqua in modo che le orecchie non si bagnino affatto
  • se il bambino avverte la presenza di acqua nelle orecchie, piegargli la testa di lato, rivolgendo l'orecchio verso il basso di modo che l’acqua possa uscire
  • dopo il bagno, asciugare sempre l'orecchio con un asciugamano o con il getto di aria calda del phon
  • in presenza di sabbia nell’orecchio, sciacquare delicatamente l’orecchio esterno e, se necessario, il canale uditivo, con acqua tiepida. Un getto leggero della doccia è l’ideale;
  • usare una protezione efficace contro la penetrazione dell’acqua nelle orecchie, come gli otoprotettori su misura
  • è molto importante non cercare mai di rimuovere l’acqua, la sabbia o lo sporco con il bastoncino di ovatta! Potrebbe danneggiare la pelle del condotto uditivo già ammorbidita dall’acqua e esporla maggiormente agli agenti patogeni
 
La protezione efficace in acqua
Gli AquaStopper proteggono dalla penetrazione dell'acqua nell'orecchio
 
Maggiori informazioni
 
 
 
 
 
Share on:
 
 
 

Possono interessarti anche:

 

Lyric - l'apparecchio invisibile

Lyric è l'unico apparecchio al mondo completamente invisibile che porti sempre con te, anche quando dormi, ti fai la doccia, ...
 
 
 
Vai alla lista