Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

Amo molto conversare con i miei cari

Ferdinando S., 68 anni, è una persona molto socievole. Ama intrattenersi con le altre persone, sia in famiglia che nel tempo libero. In lui, la scelta di dotarsi di apparecchi acustici è maturata naturalmente al momento del bisogno.
Come si è manifestata la sua perdita d’udito?
Ferdinando S.: È stato un processo graduale. Mi sono accorto di non sentire bene solamente dall’orecchio sinistro e di avere problemi di comprensione, soprattutto quando parlavano più persone contemporaneamente.

I problemi d’udito l’hanno condizionata soprattutto nelle attività ricreative. In che misura?
Mi piace fare spesso gite con gli amici. Quando ci spostavamo in pullman, a volte li intrattenevo simpaticamente al microfono. Avevo però sempre più l’impressione di parlare solo con me stesso perché non riuscivo a sentire cosa dicevano gli altri, mi sentivo isolato.

C’è stato un motivo particolare per cui ha deciso di dotarsi di apparecchi acustici?
Amo molto conversare con le altre persone, soprattutto con i miei familiari, e non potevo più farlo. Mia moglie doveva ripetermi sempre le parole che non sentivo. Non volevo più sentirmi tagliato fuori.

In quali altri ambiti la sua vita è cambiata grazie agli apparecchi?
Sicuramente in casa nelle situazioni quotidiane. A Messa posso sentire l’omelia e le preghiere. Quando vado alle assemblee non ho problemi a seguire il dibattito. Per me è molto importante non perdermi nulla delle conversazioni e partecipare attivamente alle discussioni.

Quali sono le nuove esperienze uditive che ora può fare e che la colpiscono in particolare?
Sentire è meraviglioso, anche se mi devo ancora abituare ad alcuni suoni. I miei apparecchi sono diventati parte di me. A volte non mi accorgo di indossarli e vado a letto senza togliermeli.

Cosa pensa dell’aiuto fornitole dall‘audioprotesista?
Ho ricevuto informazioni complete e corrette e mi hanno coinvolto fin dall’inizio nella scelta del sistema migliore per me. E l’ho apprezzato davvero molto.

Se anche tu vuoi sentire di nuovo bene, contattaci!
 
 
 
 
Torna all'elenco